La Rai nei Santuari del Giubileo

Da sempre i santuari in Italia sono un luogo dello spirito privilegiato. Il Belpaese, da Nord a Sud, è disseminato, inondato, abbellito da oasi di pace e spiritualità che raccolgono tradizioni, santi, culti che arricchiscono e danno identità alla storia del Paese. Loreto, Padova, Pompei, San Giovanni Rotondo, Siracusa accolgono milioni di pellegrini ogni anno. A sua immagine dedica una puntata sabato 23 gennaio su Rai1 alle 17.10, al Giubileo degli operatori dei santuari che il Papa ha incontrato ricordando l’importanza della spiritualità popolare. «Chi entra nel santuario ‒ ha detto Papa Francesco ‒ sente subito di trovarsi a casa sua, accolto, compreso, e sostenuto». In studio con Lorena Bianchetti, Rosanna Vaudetti, la nota annunciatrice televisiva, racconterà l’importanza della fede e dei santuari nel suo percorso biografico e professionale. Il suo volto appartiene alla televisione italiana. Con il suo garbo e il suo sorriso è entrata nelle famiglie e nei cuori di milioni di persone. È per tutti l’indimenticabile “signorina buonasera”, ma in pochi sanno che è stata definita l’angelo della televisione. Dopo la prima parte della trasmissione andrà in onda, alle 17.30, il consueto appuntamento con “Le Ragioni della Speranza”. Questa volta don Maurizio Patricello sarà a Quarto, in provincia di Napoli, dove, al di là delle controverse vicende amministrative di questi giorni, dal 2011 è attivo il Centro Regina Pacis. Don Maurizio Patricello farà conoscere Don Gennaro, il prete psicologo che ha aperto la parrocchia a bambini a rischio, a giovani immigrati e a ragazzi che sono stati in carcere o che scontano pene alternative, protagonisti, insieme con decine di volontari, di una nuova pagina civile di Quarto.

Contenuti Sponsorizzati