D’Amelio vediamo cosa accade in aula

Esprime preoccupazione  la presidente del Consiglio Regionale della Campania Rosetta D’Amelio  sul decentramento “C’è un attacco nazionale molto forte nei confronti delle Regioni e contro il decentramento ha dichiarato alle agenzie la presidente Rosetta D’Amelio – Stiamo andando  nella direzione dell’accentramento e dello svuotamento dei poteri in capo alle Regioni. Sui territori il voto è ancora basato sulla rappresentanza diretta grazie alle preferenze e per questo dobbiamo valorizzare il nostro ruolo in un momento difficile per il Paese, per i cittadini e per il Mezzogiorno. Se siamo trasparenti, rigorosi e seri è giusto che il decentramento sia valorizzato come un fatto di grande democrazia. Spero che il Consiglio possa dire la propria su Bagnoli, per il momento è previsto un apporto soltanto della giunta. Speriamo che il dibattito possa coinvolgere anche il Consiglio perché è un elemento di maggiore democrazia. In giunta c’è solo la maggioranza, in Consiglio anche le opposizioni”. La modifica dello Statuto del Consiglio regionale, per l’estensione dell’istituto della fiducia a tutte le leggi ritenute di impellente necessità, “può essere uno svuotamento della democrazia, ma si va in questa direzione proprio perché spesso in Consiglio si è perso tanto tempo. Se, come ora, legiferiamo ogni 15 giorni, non ci sarà bisogno della fiducia”. La pensa così il presidente del Consiglio regionale della Campania, Rosa D’Amelio, in merito alla proposta di legge, che il Consiglio discuterà nella seduta di venerdì, per modificare lo Statuto al fine di estendere l’istituto della fiducia. “Quando si devono fare leggi perché non si va avanti sulle norme – aggiunge D’Amelio – è un messaggio negativo che si dà. Anche se stiamo legiferando ogni 15 giorni, spesso il Consiglio ha perso tanto tempo, qundi penso che i cittadini accettino di buon grado che ci siano norme che dicono che non si può perdere tempo, anche se ci sono elementi sulla fiducia.  Sentiremo il dibattito”, cosi’ Rosa D’Amelio risponde ai cronisti che la incalzano in merito alla mozione di sfiducia a carico del governatore Vincenzo De Luca, che approdera’ in aula venerdi’ prossimo. “Ho convocato il Consiglio entro’ venti giorni, come prevede il regolamento, e ascolteremo cosa dira’ il Presidente della Giunta e cosa diranno le opposizioni”. La mozione per sfiduciare De Luca e’ stata presentata dal centrodestra. E’ atteso compatto il voto delle opposizioni e quello dei pentastellati. Il presidente del Consiglio regionale ha parlato a margine della presentazione, questa mattina, dei nuovi siti Intranet dell’Ente.