La Giunta Comunale, a firma dell’assessore al personale con delega alle Municipalità Caterina Pace ha approvato la delibera di proposta al Consiglio Comunale per modificare il regolamento delle Municipalità e quello per l’elezione del Presidente e del Consiglio delle Municipalità, nell’ottica di un maggiore rispetto delle regole democratiche e dell’equa rappresentazione di genere. Nella proposta queste le novità: un doppio turno anche per l’elezione del Presidente della Municipalità, (ballottaggio)nonchè la doppia preferenza di genere nel voto dei Consiglieri, ma non solo. In virtù della contrazione del numero della popolazione, il Consiglio Comunale, che verrà eletto già nella prossima consultazione, sarà composto da 40 consiglieri rispetto ai 60 della consiliatura 2006 ed ai 48 di quella attuale. Per una logica di equiparazione e per la riduzione dei costi della politica, è sembrato opportuno proporre, con questa delibera al Consiglio comunale, anche la riduzione dei Consiglieri di Municipalità da 30 a 24. inoltre è stato previsto, per migliorare la funzionalità del Consiglio stesso, che i gruppi consiliari debbano essere formati da almeno tré componenti, indipendentemente dai partiti di appartenenza. Infine, per dare una migliore possibilità di programmazione e, quindi favorire un reale ed effettivo decentramento, è stato proposto che, nell’ambito della programmazione finanziaria 2016-2018, sia valutata la sostenibilità di destinare risorse per almeno 1 milione di euro a ciascuna municipalità. Ora la delibera passa all’esame dell’assemblea di Via Verdi.

Longobardi