Sequestrata fabbrica del falso

Nell’ambito delle attività finalizzate al controllo della gestione e conferimento dei rifiuti urbani e speciali, gli agenti della Polizia Municipale U.O. Ambientale del comune di Napoli hanno notato un cittadino di etnia Rom che, in Via Comunale Luce nel quartiere di San Pietro a Patierno all’interno di un immobile commerciale comunale, scaricava da una macchina un grosso quantitativo di flaconi di detersivi ad uso domestico. Gli agenti entrati nel locale per verificare la situazione notavano che era in corso un’attività illecita di produzione e confezionamento di detersivi liquidi delle note marche commerciali più diffuse. Il Rom si occupava di rifornire la fabbrica abusiva dei flaconi vuoti riciclati dai rifiuti. All’interno della fabbrica di circa 100 mq i flaconi venivano lavati e riempiti con nuovo detersivo contraffatto conservato in cisterne di circa 1 OOOlt e poi rivenduto in mercatini e distributori. All’interno della fabbrica, occupata abusivamente, gli agenti trovavano anche cento casse di vino imbottigliato di una nota marca che, da verifica effettuata, risultavano rubate. Vi erano inoltre decine di stereo di auto di provenienza ignota, sigarette di contrabbando, capi contraffatti e scarpe Hogan false, oltre a centinaia di occhiali di marca, ed e dvd di film e videogiochi contraffatti e privi del marchio Siae. A gestire l’attività era una donna Polacca che all’interno degli stessi locali gestiva anche un rudimentale spaccio per la vendita diretta dei prodotti con annesso angolo bar. I locali, l’auto del Rom e tutti i prodotti sono stati sottoposti a sequestro penale e i responsabili deferiti alla A.G. Palazzo San Giacomo.