Il sindaco di San Lorenzo Maggiore, nel Beneventano, e il capo ufficio tecnico del Comune sono da questa mattina agli arresti domiciliari con l’accusa di concussione in concorso. Si tratta del primo cittadino Emmanuele De Libero e del capo ufficio tecnico Pellegrino Colangelo. A eseguire l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Benevento su richiesta della procura della repubblica sannita, guidata da Giovanni Conzo, sono stati i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita. L’operazione, tuttora in corso, è stata battezzata “Sistema 10 %”. L’accusa è di aver preteso da un imprenditore “una tangente pari al 10% dei lavori appaltati”. I militari stanno eseguendo una serie di perquisizioni negli uffici del comune di San Lorenzo Maggiore, di San Lupo e di Guardia Sanframondi.

Redazione Cronache della Campania