Castellammare , Pd Ostieri e Turcio serve coraggio

I due candidati alle primarie del Pd Umberto Ostieri e Sandro Turcio con una lunga nota invitano al coraggio “L’immobilismo degli ultimi mesi a livello regionale rischia di compromettere in modo irreversibile la credibilità del partito democratico della nostra città. Tra qualche mese saremo sottoposti al severo giudizio dei cittadini, i quali saranno chiamati nuovamente a dare fiducia al nostro partito ed al candidato sindaco che li dovrà rappresentare. Non possiamo più prestarci alle prove di forza interne al partito che impediscono il dialogo con i nostri elettori.
Le primarie, quale metodo per la selezione delle candidature, sono previste dallo statuto all’art. 18, comma 4 e sono state da tempo indette da un dispositivo della direzione metropolitana. Oggi, le primarie rappresentano una soluzione per riaccendere l’entusiasmo in città, e dare la possibilità a chi crede ancora nel partito democratico di raccontare ai cittadini stabiesi la propria idea futura di città, coinvolgendo tutte le forze sane e volenterose nel progetto di rinnovamento. In forza di ciò, preso atto che tutto quanto è stato messo in campo finora non ha prodotto gli effetti sperati, il “Facilitatore” – o chi per lui – dovrebbe accompagnare il partito lungo questo percorso, costituendo ad horas il comitato organizzativo locale delle primarie per consentire lo svolgimento di questa festa della democrazia, dove le tante persone chiamate ad esprimere il proprio voto potranno sentirsi coinvolti nel progetto sottoposto loro dai singoli candidati. La città in questo momento ha bisogno solo di certezze. Non possiamo avere altre esitazioni. Dobbiamo avere coraggio, assumerci tutti le nostre responsabilità ed elaborare insieme ai cittadini idee e progetti per scrivere una pagina nuova di Castellammare di Stabia”.

 Girolamo Serrapica