Bullismo in classe . Castellammare un’alunna scrive alle maestre “metterò le ali”

Un biglietto lasciato sul banco e notato da una maestra e una scritta che ha lasciato senza parole “metterò le ali”. Un episodio accaduto in una scuola elementare di Castellammare dove una piccola alunna ha così esternato il proprio malessere. Immediatamente sono scattati i controlli da parte del corpo docenti per capire il perchè di quella frase scritta dalla piccola. Così come in altre realtà la città stabiese non è esente da storie di bullismo che talvolta si consumano nel silenzio.  Un fenomeno crescente tra i giovanissimi che mettono in atto delle vere e proprie prevaricazioni. Dati alla mano  il 33% degli studenti italiani è vittima del bullismo; il 45% ne è spettatore. Dati purtroppo destinati a crescere.  A poco è servita la direttiva ministeriale di due anni fa per prevenire e contrastare il fenomeno in ambito scolastico. Non tutti i bambini, infatti, hanno la forza di denunciare o di chiedere aiuto come la piccola di Castellammare che ha scritto il biglietto lasciato sul banco a scuola. Un fenomeno quello del bullismo che in città sta avendo picchi preoccupanti. Non è solo lo “sfottò” a scuola a preoccupare per strada si consumano delle vere e proprie aggressioni che dal centro alla periferia destano preoccupazione. E’ la Villa Comunale, luogo di ritrovo di giovani e giovanissimi, soprattutto nei fine settimana , il luogo dove accadono scippi e aggressioni ad opera di baby gang . Baby gang che a Castellammare sono composte indistintamente da maschi e femmine. Diverse le denunce fatte e le segnalazioni giunte alle forze dell’ordine.

 

Articolo precedenteNapoli operazione Carnevale sicuro
Articolo successivoVolevano uccidere il tenente dei carabinieri: condannato uomo del clan Ascione-Papale