Caivano, cannabis sotto i tralicci dell’Enel

Un 54enne di Caivano, in provincia di Napoli, coltivava cannabis in una serra dove il ritmo tra il giorno e la notte veniva simulato con potenti lampade alogene alimentate con fili collegati alla rete pubblica. A scoprire la coltivazione sono stati i carabinieri di Casoria nel corso di un'operazione di alto impatto condotta con i […]

Articolo precedenteSalerno, la diocesi si prepara alla Giornata della Gioventù a Cracovia
Articolo successivoNapoli, si schianta con l’auto nell’ingresso della metro alla stazione Museo