Castellammare: oltre 100 bambini in visita alla Capitaneria di Porto

Visite guidate nel porto e nella Capitaneria di Porto per le scolaresche. E’ quanto organizzato dall’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, Gruppo Luigi Longobardi, di Castellammare di Stabia. Ben 110 i ragazzi coinvolti nell’ennesima iniziativa del sodalizio stabiese, svolta questa volta nell’ambito del progetto di incontri e visite didattiche vertenti su “Ambiente e Territorio, Salute, Storia e Tradizioni”. L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con il III Circo Didattico San Marco Evangelista ed in collaborazione con l’Azienda del Turismo, l’Associazione Pro natura e la Capitaneria di Porto.
Ben quattro gli incontri tenutisi con le V classi per illustrare la storia del cantiere nei primi anni della sua fondazione, la tradizione dei maestri d’ascia e di altri antichi mestieri, come ad esempio i calafati. I ragazzi hanno potuto apprendere anche le tecniche di come si costruivano i primi vascelli in legno, delle operazioni di varo. Ma anche scorci di vita quotidiana, come la vita degli operai e dei galeotti del vicino bagno penale, le gallette e l’acqua della Madonna per il rancio di bordo. Tramite gigantografie, i ragazzi hanno potuto vedere come era la città nei secoli passati, le mure che le circondavano e che si congiungevano con il camminamento del castello, le torri poste a protezione delle porte di accesso, il funzionamento dei cannoni posti a protezione del cantiere e i forti che lo difendevano. Gli incontri erano tenuti dal dott. Antonio Cimmino, socio dell’Associazione Marinai. Proiettati inoltre filmati sul ruolo ed i compiti della Guardia Costiera nella tutela e salvaguardia della biodiversità marina. Ed infine la visita alla Centrale Operativa della Capitaneria, svolta sotto gli occhi vigili degli uomini della Capitaneria fortemente disponibili con i piccoli ospiti.

 Girolamo Serrapica

cannoni cr1 STV Chiara Criscitiello Il Comandante C.F. Guglelmo Cassone consegna attestato ad un gruppo di insegnati

Il Comandante, Guglielmo Cassone, ha voluto fortemente l’organizzazione di questi incontri, mostrando grande sensibilità e disponibilità nei confronti degli alunni aprendo loro le porte della Capitaneria. Al termine di ogni incontro lo stesso comandante Cassone ha consegnato ad ogni alunno un attestato di partecipazione.