Angri, gli revocano la protezione lo sfogo del pentito Attilio Principale: “Temo per la mia vita”

Angri. “Ci uccide la Procura e ci uccide la camorra”: Attilio Principale chiede di rendere dichiarazioni spontanee dal sito protetto con il quale è collegato con i giudici del Tribunale di Nocera Inferiore per partecipare ad un processo a carico suo e dei familiari per usura aggravata dall'intimidazione mafiosa ai danni di una commerciante di […]

Articolo precedenteScafati: dall’autopsia la verità sulla morte di Raffaele Granata
Articolo successivoCastellammare: prete avvicina le vittime di un rapinatore seriale. Ora rischia il processo