Bassolino attenzione agli insediamenti produttivi

"Napoli - dice Antonio Bassolino- è stata privata in questi anni di grandi industrie, di banche di rilievo nazionale, di alcune imprese filiali delle multinazionali. I centri di decisione di queste strutture produttive, una volta localizzati a Napoli, sono stati cancellati oppure sono stati trasferiti altrove. Negli ultimi venticinque anni sono scomparsi o sono stati […]

Articolo precedenteNapoli, tragedia a San Pietro ragazzo finito sotto un treno
Articolo successivoBossa, ci vuole una legge sul cinema