Castellammare: è già in semilbertà il macellaio che uccise e decapitò l’assicuratore Giuliano Vanacore

E' tornato in libertà, anzi in semilbertà, dopo 11 anni di carcere Carmine Caiazzo il macellaio di Castellammare che uccise, decapitò e fece a pezzi e poi buttò nella spazzatura l'assicuratore Giuliano Vanacore. Era il 5 maggio maggio del 2005. Un delitto atroce di cui ancora oggi si parla nella città stabiese perché la vittima […]

Articolo precedenteGettonopoli al comune rinviata l’udienza per gli stabiesi
Articolo successivoTerzigno si dimette Tommasi