Il pentito del clan Contini: “Il boss Ammendola tornò a Napoli vestito da prete e ordinò di farmi uccidere”

Da latitante, il boss Giuseppe Ammendola "peppe 'o guaglione" tornò a Napoli travestito da prete e in quell’occasione, secondo il pentito Antonio Della Corte, decise e ordinò di ucciderlo. Lo ha rivelato il quotidiano il Roma oggi in edicola che ha pubblicato alcuni stralci del pentito Deella Corte, detto "tonino 'o criminale". Era luglio 2003. […]

Articolo precedenteTromba d’aria tra Torre e Castellammare ecco la conta dei danni
Articolo successivoPozzuoli, in isolamento per due mesi ma non era il killer