Terzigno: la banda delle false residenze preferiva astice e aragoste invece dei soldi

Aveva timore di essere intercettato il consigliere comunale di Terzigno, Giovanni Tomassi, finito agli arresti domiciliari ieri nel blitz per le false residenze ai cittadini cinesi  della Procura di Nola e denominata "Ombre Cinesi" con 13 indagati e   8 misure cautelari tra domiciliari e obbligo di firma L'organizzazione delle false residenze nei comuni vesuviani […]

Articolo precedenteTorre del Greco: estorsioni al porto 100 anni di carcere a boss e gregari dei clan Falanga, Di Gioia-Papale e gli ‘scissionisti’
Articolo successivoNapoli: quanti dubbi dall’autopsia sul corpo di Francesca Napolitano