Castellammare; il pentito Cavaliere: “Avevo carta bianca dal boss di uccidere chiunque, anche i suoi familiari se facevano i malamenti”

Le dichiarazioni del killer pentito Renato Cavaliere contengono dei passi che sconcertano per la loro crudeltà. Omicidi, e ferimenti compiuti a a volte solo per antipatia.Renato cavaliere è stato per anni un dei killer "prediletti" della potente cosca dei D'Alessandro di Castellammare e per loro conto ha compiuto numerosi omicidi. Alcuni sono ancora coperti dai […]

Articolo precedenteIl pentito Giugliano racconta: “Il clan più potente a Secondigliano ha il monopolio nella vendita di cocaina”
Articolo successivoScoppia il caso su Napoli e Gomorra. Cantone: “Saviano? Non lo sento più, non capisco sue frasi”