Secondigliano, svolta nell’omicidio Giannone: fu speronato e massacrato con un’auto rubata per punizione

E' stata una vera e propria esecuzione "tribale" quella di cui è rimasto vittima il 9 aprile scorso a Secondigliano Fabio Giannone, il ragazzo di 21 anni trovato morto in strada. Non fu un incidente stradale, un tamponamento involontario, come si era pensato in un primo momento ne un tentativo di punizione finito male. Ma […]

Articolo precedenteChiarito il mistero della targa di Ciro Esposito: l’ha presa un tifoso del Verona per ripulirla
Articolo successivoIl boss Giuseppe Ammendola al 41bis a Nuoro: “Comandava anche dal carcere”