Orrore a Salerno, picchia una ragazza sbattendola con testa contro il muro e riducendola in fin di vita: arrestato

Orrore ieri sera a Salerno: una ragazza è stata selvaggiamente picchiata e ridotta in fin di vita dal suo fidanzato in preda a un raptus di follia. Protagonisti sono un ragazzo polacco e una ragazza  di origini eritree o somale. L’episodio è accaduto poco dopo le 22 nei pressi del Gran Hotel a pochi passi dal centro. La dinamica non è ancora chiara. Dalla prima ricostruzione pare che il ragazzo mentre discuteva con la ragazza aniumatamente ha cominciato a picchiarla e poi l’ha selvaggiamente sbattuto con la testa contro il muro. Alla scena hanno assistito increduli alcuni passanti che hanno avvisato i carabinieri e il 113. I militari della compagnia Salerno centro, diretti dal tenente Bartolo Taglietti, hanno arrestato subito il ragazzo. la sfortunata ragazza invece è stata trasportata all’Ospedale Ruggi dove è stata sottoposta a un delicato intervebto chirurgico alla testa durato circa due ore. Attualmente è ricoverata in prognosi riservata. Ora i militari aspttano di interrogare il violento insieme al gip per capire cosa è accaduto e il perché di tanta violenza.