Paestum: giovani picchiano cane, bagnina interviene e viene aggredita

Una bagnina interviene per difendere un cagnolino che tre giovani stavano bastonando e viene aggredita: l’episodio, di cui riferisce la parlamentare Michela Vittoria Brambilla, è avvenuto a Capaccio-Paestum, nel Salernitano. “Piena solidarietà a Michela Grandino, la bagnina di Capaccio Paestum aggredita da tre giovani che stavano picchiando un cane. Questi atti di cieca violenza non si possono né ignorare né tanto meno tollerare”, afferma in una nota Brambilla. “Si tratta di un atto vergognoso e ignobile – ha aggiunto Stefania Greco, presidente della Leidaa di Battipaglia – tutto è cominciato quando la ragazza ha udito dei guaiti e poi ha visto questi tre soggetti, dietro una fila di ombrelloni, prendere a bastonate un cane di piccola taglia. Subito è intervenuta per strapparglielo dalle grinfie e per tutta risposta è stata colpita a un occhio e minacciata. Appresa la notizia, l’abbiamo contattata per portarle la nostra massima solidarietà, assisterla e nominarla socia onoraria. Come Leidaa di Battipaglia, non permetteremo che casi del genere passino sotto silenzio e faremo tutto il possibile perché i responsabili paghino. Gli amici degli animali sono nostri amici: un grazie a Michela Grandino per non essere rimasta a guardare”, conclude Stefania Greco.