E’ scoppiata una violenta polemica sui social tra i cittadini di Pimonte e il sindaco per l’assenza delle istituzioni ai funerali, svoltosi ieri mattina, del piccolo Emanuele Somma, il bimbo di sei mesi trovato morto nella culla a causa di un malore. I cittadini contestano al sindaco anche la mancata proclamazione del lutto cittadino e parlano di trattamento differente  e di discriminazione sociale. Ieri tutto il paese si è stretto intorno alla famiglia del piccolo Emanuele. I gentiori straziati sono stati per tutto il tempo del rito funebre attaccati alla bara bianca.

Redazione Cronache della Campania