A caccia di reperti romani nelle acque del mare di Castellammare con il progetto di archeologia subacquea “Il giardino delle sirene”

 In fondo al mare del Golfo di Napoli a caccia di anfore vinarie di epoca romana ancora intatte. E' uno degli obiettivi del progetto di archeologia subacquea "Il giardino delle sirene" che si sta svolgendo nelle acque di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli La prima serie di immersioni è cominciata ieri e si […]

Articolo precedenteErcolano: arrivati i 73mila euro della Regione Campania per il recupero del “Rosinella”
Articolo successivoLa nuova faida alla Sanità spiegata dai pentiti eccellenti del clan Lo Russo