Ordine e sindacato giornalisti esprimono solidarietà alla collega Rosaria Federico

L’Ordine dei Giornalisti della Campania e Sindacato Unitario Giornalisti della Campania “sono al fianco della collega Rosaria Federico che, dopo essersi rifiutata di rivelare la fonte di un articolo, come imposto dal segreto professionale, è stata denunciata e ha subìto il sequestro del cellulare”. “Stamattina – riporta la nota congiunta di Ordine e Sindacato – Rosaria Federico si è presentata in Procura a Salerno in seguito ad un invito a comparire come persona informata dei fatti davanti a un giudice della Dda per un articolo scritto a giugno sul quotidiano la Città di Salerno. Uscita dalla Procura, dopo non avere rivelato la fonte dell’articolo, è stata raggiunta in strada da un poliziotto che l’ha invitata a seguirlo nella caserma “Pisacane” dove le è stato presentato un ordine di esibizione del cellulare per verificare telefonate e messaggi, compresi quelli WhatsApp. Dopo il rifiuto, la collega è stata denunciata e ha subìto il sequestro del cellulare”. “Ordine e Sindacato – conclude la nota – sono al fianco di Rosaria e seguiranno costantemente la vicenda”.