Derby farsa Salernitana-Nocerina: fissato il processo per il 19 giugno prossimo. Ventitrè i tifosi della nocerina che saranno processati dinanzi al giudice monocratico, Troisi, della III sezione penale del Tribunale di Salerno per gli episodi di violenza avvenuti il 10 novembre del 2013 a Mercato San Severino e allo Stadio Arechi, nel corso del derby farsa. Così verrà ricordata quella partita che nessuno voleva si giocasse. I tifosi molossi sono accusati di violenza privata, aggravata dal concorso e dal presunto utilizzo di armi. Parte offesa nel processa tutti i calciatori della Nocerina all’epoca dei fatti, oltre all’allenatore Gaetano Fontana, bersagliato dalla giustizia sportiva con tre anni e mezzo di squalifica per aver ‘provocato, con i dirigenti della Nocerina calcio, la sospensione della gara facendo venir meno il numero minimo di giocatori in campo’. Fontana è tornato in panchina alla guida della Juve Stabia in Lega pro. Tra le parti offese non figurano i dirigenti della Nocerina, nè il direttore sportivo Gigi Pavarese. Tra le prove di accusa anche i filmati girati quel giorno nell’area del Park Hotel San Severino dove i calciatori molossi erano in ritiro.

Redazione Cronache della Campania