Camorra, tradito dai festeggiamenti del compleanno della figlia: arrestato il ras latitante Fabio D’Amico

E’ stato arrestato oggi dai Carabinieri della Stazione Poggioreale di Napoli, Fabio D’Amico, 40 anni, genero di Vincenzo Mazzarella, capo dell’omonimo clan. Era ricercato dal 21 ottobre perche’ destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale partenopea per associazione di tipo mafioso finalizzata alle estorsioni e alla contraffazione di capi di abbigliamento, aggravata dal metodo e da finalita’ mafiose. L’indagine, condotta dai Carabinieri e coordinata dalla D.D.A., aveva permesso di accertare la capillare attivita’ estorsiva svolta dal clan Mazzarella ai danni dei commercianti ambulanti del mercato rionale della “Maddalena” e consentito di acclarare come una delle fonti di sostentamento della famiglia camorristica fosse una diffusa attivita’ estorsiva esercitata ai danni dei vari commercianti ambulanti della zona di piazza Mancini e l’imposizione ai gestori delle bancarelle a prezzo maggiorato di buste di cellophane per confezionare i capi contraffatti. D’Amico e’ stato preso dai Carabinieri mentre alla guida di un’utilitaria stava raggiungendo un locale di ricevimento a Ponticelli per festeggiare il compleanno di sua figlia. D’Amico e’ stato portato nell’istituto di pena di Secondigliano.

Articolo precedenteRegione Campania, parte il bando ‘benessere giovani’: fondi per 10 milioni di euro
Articolo successivoCamorra & Politica in Irpina, 11 arresti. C’è anche l’ex sindaco di Pago del Vallo di Lauro