Rivendevano abiti raccolti per fini umanitari, 4 denunce tra Napoli e Caserta

In meno di due anni hanno raccolto in Friuli Venezia Giulia circa 120 tonnellate di abiti usati sostenendo che erano destinati ad aiutare "italiani in difficoltà" mentre in realtà venivano inviati a un'azienda in provincia di Caserta e, successivamente, venduti in Bulgaria, Grecia, Albania, Egitto, Giordania, Tunisia, Guinea e Pakistan. Il traffico è stato scoperto […]

Articolo precedenteScafati, anziano cade nel vuoto mentre lava i vetri e muore: Luigi Striano aveva 85 anni
Articolo successivoSul presepe compare la statuina del “Boss delle Cerimonie”. Nel Castello oggi c’è un matrimonio