Castellammare, ex detenuto in attesa di occupazione si incatena al cancello della chiesa per l’arrivo di De Luca

Ennesima singolare forma di protesta stamattina a Castellammare da parte di Carlo Lupo, ex detenuto da anni in attesa di un posto di lavoro al comune nelle categorie protette. Lupo si è incatenato ai cancelli della chiesa di Sant’Antonio in via Allende dove è atteso l’arrivo del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e del sindaco stabiese Antonio Pannullo per la presentazione del progetto di laboratori e spettacoli “Cantieri Viviani-Premio Viviani” ideato dal presidente della Fondazione Campania dei Festival, Luigi Grispello. Ci sono stati anche momenti di tensione tra Lupo e il parroco della chiesa che gli aveva chiesto di andare via. Ma Lupo non ha voluto sentire ragioni ed è rimasto incatenato al cancello.

Ciro Serrapica

 

Articolo precedenteAgguato a Secondigliano: la Vanella-Grassi sotto attacco dei nemici
Articolo successivoPianura, il ferimento di Liberti una risposta all’omicidio Pisa e all’agguato al boss Romano