Esplosione in piscina, il morto è il 46enne addetto alla manutenzione

Si chiamava Davide Conato, che il prossimo 2 febbraio avrebbe compiuto 46 anni, l’uomo morto a Napoli nell’esplosione di un contenitore di gas nei locali di servizio alla piscina ‘Arena’, nella zona collinare. Era l’addetto alla manutenzione dell’impianto. Ferito un altro dipendente della struttura, Luca Russo, 39 anni, dipendente della piscina, e altri due dipendenti della ditta Dema Gas, Antonio Rudi, 48 anni, e Mario Moccia, 60 anni. Tutti e tre sono stati ricoverati in codice rosso all’ospedale Cardarelli, nel reparto Grandi ustionati; Moccia e’ in pericolo di vita. Ferite lievemente altre due persone. Ancora poco chiare le cause che hanno portato all’esplosione del serbatoio di gas, sventrando il locale che lo ospitava, danneggiando le auto in sosta e provocando un incendio; di certo da ieri si avvertiva in zona, secondo testimonianze, forte odore di gas ed era stata chiamata la ditta che si occupava della manutenzione dell’impianto.