Terremoto: due indagati per danni ospedale Amandola, uno è napoletano

Disastro colposo e frode in pubbliche forniture. Questi i reati che la procura della Repubblica di Ascoli Piceno contesta a un imprenditore e un professionista per i danni riportati dall’ospedale di Amandola (Fermo) sotto le scosse di terremoto del 24 ottobre 2016. Nel registro degli indagati sono stati iscritti il titolare di una ditta della provincia di Napoli ed il direttore dei lavori e progettista, un professionista fermano.

Articolo precedenteMeningite: a Napoli è corsa al vaccino
Articolo successivoInchiesta De Luca e le “fritture di pesce”: Buonajuto ascoltato in Procura