Juric, Genoa: “Il Napoli vale il Real Madrid”

“Abbiamo fatto molto bene per 20-30 minuti, la squadra mi piaceva, ha tenuto bene e ha concesso poco. Nella ripresa invece non siamo piu’ riusciti a giocare, contro il NAPOLI devi tenere il possesso o altrimenti e’ difficile, perche’ loro sono bravi. E con gli infortuni di Veloso e Gentiletti abbiamo perso qualcosa”. Ivan Juric analizza cosi’ la sconfitta di NAPOLI che certifica la crisi del Genoa, sempre piu’ giu’ in classifica anche perche’ non vince da due mesi. “I ragazzi lavorano bene, avevamo un gennaio difficile sotto tutti i punti di vista, ma questo primo tempo ci da’ fiducia – afferma il tecnico rossoblu’ ai microfoni di Premium Sport -. Dispiace avere perso due giocatori fondamentali per il nostro gioco, ma adesso abbiamo tre partite straimportanti per noi, penso che la squadra sia in crescita. I tifosi in rotta con la societa’? Quando ci sono momenti difficolta’ bisogna stare vicini ai ragazzi, a gennaio ci sono stati tanti arrivi e perdi un po’ d’intensita’, ma io vedo una grande crescita, devono starci vicini visto che adesso arrivano tre partite fondamentali. Penso che quelli che sono andati via siano stati sostituiti bene, il problema e’ che se arrivano 6-7 giocatori, anche se tutti buoni, ci vuole tempo. Non e’ come il ritiro estivo, ci vuole il tempo che i giocatori nuovi, anche fisicamente, si mettano a posto. Le ultime due settimane sono state positive, bisogna continuare cosi’, sono sicuro che ne usciremo fuori e anche bene”. Secondo Juric bisogna lavorare su vari aspetti: “Per la testa non e’ facile, se non fai punti mancano sicurezze. Stasera abbiamo dimostrato – spiega – che quando abbiamo il possesso palla ci muoviamo bene e le linee sono vicine, quando perdi il gioco, ti limiti a difendere o perdi palla presto ti allunghi. Bisogna insistere su questo”. Infine, Juric fa una previsione per l’ottavo di Champions League tra NAPOLI e Real Madrid: “Magari vado controcorrente, ma per me il NAPOLI e’ superiore come livello di gioco, il NAPOLI in casa e’ bellissimo da vedere, e’ concreto, allenato in modo fantastico. Come minimo – conclude – ha le stesse possibilita’ del Real Madrid”.

Articolo precedenteGiaccherini: “Andremo a Madrid per giocarcela”
Articolo successivoSarri: “Squadra vera, a Madrid con timore e sfrontatezza”