Misteriosa scomparsa di due boss del contrabbando: ipotesi lupara bianca

Due misteriose scomparse di due ras del contrabbano di sigarette, la denuncia frettolosa dei familiari e i dubbi che assolgono gli inquirenti. Ma a una settimana di distanza dall’ultima apparizione pubblica di Luigi Ferrara, 43 anni, di Casoria, e Luigi Rusciano, 53 anni, di Mugnano, entrambi già noti alle forze dell’ordine, si parla di “lupara bianca”. I due contrabbandieri erano insieme l’ultima volta che sono sttai visti: era il 31 gennaio ed erano a bordo di una Fiat Idea nel rione Salicelle di Afragola. Gli inquirenti seguono questa pista perché già la mattina del primo febbraio la famiglia di Luigi Ferrara ha presentato una denuncia di scomparsa presso il commissariato di polizia di Afragola, e quella di Luigi Rosciano invece ai dai carabinieri della compagnia di Giugliano. Una fretta sospetta perché di solita la famiglia di personaggi del genere conosce bene gli spostamenti, i movimenti, gli appuntamenti dei loro congiunti. Ora gli investigatori stanno cercando di ricostruire, anche attraverso un muro di omertà, gli spostamenti dei due. I contatti e soprattutto con chi avevano avuto appuntamento e perché nel rione Salicelle di Afragola. E’ molto probabile che le persone che li hanno incontrati li hanno attirato in una trappola. I due devono aver commesso qualche grosso sgarro a livello di forniture di “bionde”. Si tratta di personaggi che hanno in mano la fornitura e la gestione del contrabbando in tutti i comuni a Nord di Napoli e del Giuglianese fino alla provincia di Caserta. Dei veri e propri boss del contrabbando. La loro contemporanea scomparsa getta più di un’ombra di mistero sulla vicenda e sulle ricerche.

 

Articolo precedenteAlla solita cinica Juve basta un eurogol di Cuadrado
Articolo successivoJuve Stabia, il presidente ordina il silenzio stampa: “Vedrò il tecnico per cercare di capire cosa sta accadendo alla squadra”