Ponticelli: erano dei De Micco il mitra e le bombe trovate in casa dell’insospettabile

Sono riconducibili al clan De Micco i “Bodo” di Ponticelli le tre bombe a mano di provenienza dei paesi della ex Jugoslavia, il mitra e le numerose munizioni da guerra recuperate ieri dai carabinieri del Nas, che stavano effettuando dei controlli su un inchiesta per medicinali rubati, in un’abitazione nel quartiere Ponticelli, in una delle case popolari di via Lago Patria, alle spalle del Conocal, appunto il quartier generale del gruppo dei De Micco. Armi nascoste nel lavandino e coperte. Il proprietario dell’appartamento Armando De Sio, 37 anni, giaĚ€ noto alle forze dell’ordine per piccoli precedenti è stato arrestato. Non risultano legami diretti tra l’arrestato e la camorra ma quelle armi esono di sicuro della criminalitaĚ€ organizzata. Con estrema probabi- lità  De Sio le custodive per qualcuno ma per ora non ci sono elementi certi che possano ricondurlo a compagini criminali. Quel che eĚ€ certo eĚ€ che la mitragliatrice era perfettamente funzionate ed estremamente pericolosa. Adesso sarĂ  inviata al Ris per comprendere se abbia o meno sparato colpi negli ultimi tempi visto che in zona non sono mancati nell’ultimo anno e mezzo omicidi e stese di camorra.

 

Articolo precedenteSi fingeva una ragazza per adescare minori on line: arrestato prof 35enne ed allenatore di basket
Articolo successivoFca Pomigliano, volantino di scherno dei sindacati alla Fiom: “Benvenuti tra i firmatutto”