Camorra a Ercolano: “Siamo in difficoltà ci servono soldi per i carcerati”, così i clan imponevano il pizzo a tutti

Negli anni di piombo della camorra ercolanese la parola d'ordine per gli esattori del racket che andavano in giro a compiere estorsioni a tappeto a commercianti e imprenditori la parola d'ordine era "un pensiero per i carcerati". E' quanto emerge dal dispositivo del Tribunale del Riesame che la scorsa settimana ha emesso una dozzina di […]

Articolo precedenteNapoli, giovane trans rapinò lo smartphone a una ragazzina: arrestata
Articolo successivoFiumi di droga dall’Olanda e dalla Spagna a Forcella: chiesto il processo per 57. TUTTI I NOMI