Camorra, il boss pentito Accurso rivela: “Non volevamo uccidere Castiello”

Antonio Accurso non voleva uccidere Ciro Castiello detto “Barbetella” e quest’ultimo aveva equivocato sulle intenzioni del ras oggi pentito e del fratello Umberto, allora capi indiscussi sul territorio della “Vanella Grassi”. Ma la fuga del giovane affiliato, a conoscenza dei fatti di sangue riconducibili al clan di Secondigliano, provocò il pentimento di Mario Pacciarelli e […]

Articolo precedenteColpo di scena sul caso Fortuna: la Fabozzi torna ai domiciliari. Tensione al Parco Verde di Caivano
Articolo successivoNapoli, cento milioni di euro per trasformare l’ex fabbrica Peroni a Miano