“Non capisco cos’ho fatto di tanto grave. L’ho lasciato col motore acceso, così che non stesse al freddo”  ha cercato di spiegare l’uomo di 35 anni, papà di un ragazzo di 12, lasciato a dormire in auto, in un parcheggio isolato mentre lui era in discoteca a divertirsi. Protagonista della vicenda un autotrasportatore residente in provincia di Cuneo. L’uomo, dicendogli di dormire sul sedile posteriore della Fiat Mondeo, ha abbandonato il ragazzino in un parcheggio isolato di Santena per andare a ballare nel locale ‘Amanecer’. C’era rimasto 4 ore. I carabinieri hanno notato l’auto chiusa a chiave con il motore acceso e il bambino all’interno. Intorno alle 3.30 hanno rintracciato l’uomo, che è stato messo agli arresti domiciliari. L’uomo ha cercato di difendersi: «Gli ho lasciato un cellulare. Deve andare a scuola domani e in questo modo poteva dormire. Gli ho detto di restare in macchina perché non sapevo davvero a chi lasciarlo». Il ragazzo, che era in affidamento momentaneo al padre, ora ai domiciliari, è stato affidato ora alla zia paterna: l’uomo è in via da separazione dalla moglie andata via dall’Italia. Il piccolo è stato affidato alla zia paterna.

 

Contenuti Sponsorizzati