Napoli: è ancora allarme Reina, si ferma Giaccherini

A meno di due giorni dalla supersfida del San Paolo fra Napoli e Juventus cresce l’attesa nel capoluogo campano e non solo. Il posticipo della 30/a giornata di campionato, con il ritorno di Gonzalo Higuain davanti ai suoi ex tifosi, sarà visto in tutto il mondo. Tutti i cinque continenti, infatti, saranno collegati con lo stadio San Paolo. Saranno oltre un miliardo i potenziali spettatori davanti alla tv tra dirette, differite e high lights. L’elenco dei broadcasters, che hanno chiesto l’accesso al segnale, è lunghissimo. E’ difficile trovare un luogo in cui non si potrà assistere alla partita. Tra i Paesi dove sarà possibile vedere la partita anche Siria, Egitto, Libia, Mali, Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Somalia, Sud Sudan, Iraq e Afghanistan.Sul fronte ordine pubblico, per il momento a Napoli non sembra ci siano allarmi. “Non abbiamo segnali di particolare criticità. Ci stiamo preparando al meglio per garantire che questi due eventi importanti per la città di Napoli si svolgano in condizioni di sicurezza”, ha detto il questore di Napoli Antonio De Iesu convinto che “i napoletani daranno prova di maturità”. Tifosi azzurri che nel frattempo sono scatenati sul web per organizzare una accoglienza ‘particolare’ per Higuain. Ben cinquemila persone hanno infatti aderito su Facebook all’iniziativa ‘O’Pernacchio a Higuain direttamente dallo stadio di Napoli‘. Un modo goliardico, ironico ma civile per ‘salutare’ l’ingresso in campo del Pipita protagonista in estate del clamoroso passaggio alla Juve per 90 milioni di euro. L’attaccante argentino, dal canto suo, si sta preparando nel migliore dei modi alla sfida del San Paolo anche perchè rischia di essere l’unico centravanti a disposizione di Allegri. “E’ un giocatore esperto, è tranquillo. Sta vivendo la vigilia come gli altri giorni, si sta preparando bene, allenandosi forte”, ha dichiarato oggi Alex Sandro. Perso Marko Pjaca per i prossimi sei mesi, il croato è stato operato oggi a Roma, il tecnico bianconero deve fare i conti anche con le condizioni non ancora perfette di Paulo Dybala e Mario Mandzukic. Una delle possibili mosse di Allegri potrebbe essere proprio l’avanzamento dell’esterno brasiliano. “Mi piace la posizione in cui gioco, ma sto bene anche come mezzala. Il Napoli è un avversario difficile, con tanta qualità, li rispettiamo molto. Sarà importante, come tutte le altre: alla fine in palio ci sono tre punti”, ha detto ancora l’ex Porto.In casa Napoli il grande dubbio di Maurizio Sarri riguarda la presenza di Pepe Reina. Tornato anzitempo dagli impegni con la nazionale per un fastidioso infortunio, nei giorni scorsi ha lavorato a scartamento ridotto. Oggi avrebbe dovuto sostenere un allenamento completo, ma il portiere spagnolo si è limitato a un differenziato sul campo. A questo punto diventerà decisiva la rifinitura di domani, in caso di forfait di Reina è già pronto Rafael. Problemi anche per Giaccherini, uscito prima del termine della seduta per un fastidio muscolare. Pienamente recuperati, invece, Hysaj e Hamsik che saranno entrambi a disposizione per la sfida del San Paolo.

Redazione Cronache della Campania