Premio “Birra in cucina” allo chef Giovanni Sorrentino di Santa Maria La Carità

Giunto alla decima edizione, il Premio Birra in Cucina ha visto trionfare, quest’anno, Giovanni Sorrentino, chef del Ristorante Gerani a Santa Maria la Carità, che si è particolarmente distinto per un utilizzo innovativo della birra in abbinamento ai piatti o nel ricettario. Il premio è stato consegnato sul palcoscenico di Identità Golose, a Milano, da Ilaria Zaminga, Senior Corporate Relations Specialist Heineken Italia S.p.A. – Coordinatore Fondazione Birra Moretti, e Marco Cristofoletto, Brand Manager Birra Moretti, che hanno sottolineato come questo riconoscimento rappresenti “una tappa importante del percorso di valorizzazione della Cultura della Birra di cui Birra Moretti è pioniera e promotrice, dal 2007, in Italia”. Sorrentino, classe 1982, ha partecipato alle selezioni per tutte le edizioni del Premio Birra Moretti Grand Cru e per ben tre volte è stato selezionato fra i dieci finalisti. Lo scorso anno, all’apertura del suo ristorante, ha scelto le birre della famiglia Birra Moretti per completare la sua carta. “Dal 2008 – conclude Alfredo Pratolongo – consegniamo il Premio Birra in Cucina allo chef che ha dato il proprio contributo alla diffusione della cultura della birra. Sono davvero felice che questo riconoscimento sia andato a Giovanni Sorrentino, un giovane Chef che si è fatto notare grazie al Premio Birra Moretti Grand Cru e che crede, quanto noi, nell’utilizzo della birra nella cucina d’autore. Dieci anni fa, quando abbiamo iniziato il percorso di accreditamento della birra a tavola, non potevano immaginare quanto favore avremmo incontrato. Vedere oggi dove siamo arrivati e il consenso che ottengono i progetti di cui siamo promotori, in particolare il Premio Birra Moretti Grand Cru, ci spinge a continuare in questa direzione e a fare sempre di più”.