Incidente ferroviario: ancora sospesa la circolazione.Chi erano i due operai di Mondragone morti

Circolazione tuttora sospesa tra Fortezza e Bressanone a seguito dell’urto fra due mezzi di servizio di una ditta appaltatrice (Rossi GCF), avvenuto poco prima della mezzanotte di martedi’. Lo comunica Rfi. Sono attualmente in corso le operazioni di ripristino della linea fra Bressanone e Fortezza da parte dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana, che si avvalgono anche di gru stradali per la rimozione dei mezzi incidentati. La riattivazione del binario in direzione sud e’ prevista domani, giovedi’ 27; la riapertura di quello in direzione nord per venerdi’ 28. Per garantire la mobilita’ sono stati istituiti servizi sostitutivi con autobus fra le stazioni di Brennero e Bressanone per i treni regionali e fra Innsbruck e Bolzano per i treni internazionali.

Erano operai addetti al cambio delle traverse con dei sistemi di fissaggio differenti a seconda della tipologia costruttiva della linea ferrata. Da Mondragone, la loro società li aveva spediti al nord. Uno dei due è stato schiacciato negli ingranaggi del treno, mentre l’altro è rimasto vivo per qualche minuto ma è poi deceduto in seguito alle ferite riportate.Le vittime sono Achille De Lisa, 52 anni di Mondragone, sposato con un avvocato, una figlia di 16 anni. L’altro si chiama Salvatore Verolla, 42 anni, di Mondragone, sposato, senza figli, si è trasferito da alcuni anni a Napoli con la moglie.

Nell’incidente, avvenuto poco prima della mezzanotte, sono stati coinvolti due convogli che stavano effettuando lavori di manutenzione programmata lungo la linea ferroviaria del Brennero. Poi, le fiamme. Altri tre operai della cinquantina impegnata nei lavori sono stati ricoverati con ferite gravi agli ospedali di Bolzano e Bressanone. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la Croce bianca, la polizia e i carabinieri.

Giovanni Schiappa, il sindaco di Mondragone si dice sconcertato per la morte dei due operai e annuncia il lutto cittadino. “La notizia dei due operai di Mondragone scomparsi tragicamente nell’incidente ferroviario del Brennero, getta sgomento e tristezza nella comunita’ cittadina. Ci uniamo tutti al dolore dei familiari – sottolinea – per una tragedia su cui auspichiamo ci sia la massima celerita’ delle Autorita’ competenti nel fare chiarezza rispetto alle cause. Verra’ proclamato un giorno di lutto cittadino”.

(nella foto il luogo dell’incidente e una della due vittime, Salvatore Verolla)