E’ uscita dal coma la ragazza ventunenne di Marzano di Nola che era stata colpita, nei primi giorni di Aprile, da meningite da meningococco di tipo B. Michela F, studentessa di Beni Culturali all’università di Fisciano. La ragazza era stata trasportata d’urgenza all’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola in gravi condizioni; i medici hanno notato che era affetta da sintomi di meningite, così l’hanno mandata all’ospedale Cotugno di Napoli, specializzato in malattie infettive. È stata in coma per ben 5 giorni, dal 5 Aprile e si è svegliata finalmente, facendo cenno di aver riconosciuto la madre che non l’ha lasciata un attimo sola.

La ragazza ha ricevuto molte visite, non solo di familiari e amici ma anche del sindaco Trifone Greco, felice del risveglio della studentessa e del migliorare delle sue condizioni fisiche. Tutt’ora Michela è in Terapia Intensiva ma si prospetta una graduale guarigione. La notizia della studentessa affetta da meningite ha creato non poco allarmismo nei comuni limitrofi a Marzano di Nola e soprattutto agli studenti di Fisciano, i quali sono stati invitati a proteggersi con gli antibiotici.

Russo Antonio