Napoli e il mondo della musica in ansia per Rino Zurzolo

Il mondo della musica e migliaia di suoi fan sono col fiato sospeso. La notizia ha fatto il giro della rete gettando subito nello sconforto: Rino Zurzolo 59 anni a giugno, storico musicista di contrabbasso esponente di quello che negli anni Settanta fu etichettato come il  Neapolitan Power è in fin di vita. Alcuni suoi amici intimi come i fratelli di Pino Daniele, Nello e Carmine e Rosaria Gragnaniello, sorella di Enzo, già postano su Facebook messaggi di cordoglio. Sui social un tam tam di commenti e di “preghiere” si susseguono minuto dopo minuto: un unico coro di migliaia di voci “Rino siamo tutti con te”. Nelle ultime ore le condizioni del musicista, colonna dello storico supergruppo di Pino Daniele, si sono aggravate. Le condizioni di Zurzolo sono gravi ma il musicista è vivo e lotta contro la terribile malattia.

Il musicista napoletano, 59 anni a giugno, colpito da una grave malattia, combatte in queste ore per la sua vita.
Rino Zurzolo, il bambino prodigio del sound napoletano, appena tredicenne era al fianco del suo grande amico Pino Daniele nei Batracomiomachia con Paolo Raffone, Roario Iermano, Enzo Avitabile ed Enzo Ciervo; tutti provavano nello spazio in Vico Fontanelle alla Sanità, divenuto un luogo cult per la musica degli anni ’70 in città. Pino lo ha voluto anche nel suo album del 1977 , “Terra mia” e in altri dischi entrati nella storia come “Vai mò”, “Musicante”, “Ferryboat”. Nel corso della sua straordinaria carriera artistica Rino oltre ha pubblicare cd solisti che hanno raccolto consensi di pubblico e critica, ha suonato con musicisti del calibro di Chet Baker, Don Cherry, Billy Cobham, Toots Thielemans, Trilok Gurtu, Bob Ber.

Contenuti Sponsorizzati