Lo scrittore Roberto Saviano durante la lezione ''Il racconto del reale. La narrazione del Potere tra il web e la strada'' all'aula Magna di Santa Lucia dell'università di Bologna. 6 Dicembre 2016. ANSA /GIORGIO BENVENUTI

Napoli. Polemiche per la revoca della sospensione cautelare dalla professione nei confronti dell’avvocato Michele Santonastaso, condannato in primo grado per associazione per delinquere esterna e per le minacce a Roberto Saviano, il procuratore Federico Cafiero De Raho e la giornalista e senatrice Rosaria Capacchione. Il Consiglio distrettuale di disciplina dell’Ordine degli Avvocati di Napoli ha revocato la sospensione cautelare dalla professione dell’avvocato. Il legale, che appartiene al Foro di S. Maria Capua Vetere, era stato sospeso nel 2010 dall’Ordine in via cautelare, e la decisione era stata confermata nel 2014. Successivamente all’approvazione del nuovo regolamento di disciplina del Consiglio nazionale forense la vicenda e’ stata rimessa al Consiglio Distrettuale di Napoli, che ha disposto la revoca del provvedimento di sospensione cautelare. L’avvocato, ex legale di boss del clan dei Casalesi aveva letto in un’aula una lettera che per i tre destinatari e i giudici era minacciosa. La decisione ha sollevato numerose polemiche, ma la revoca arriva per un automatismo di legge e non per volontà del consiglio di disciplina degli avvocati di Napoli. A spiegare cosa è accaduto Franco Tortorano, presidente del Consiglio distrettuale. “Non ha vinto la camorra. La disciplina è una materia legata strettamente agli elementi, ma soprattutto abbiamo delle regole – spiega Tortorano – la sezione non ha lo ha riabilitato, ha fatto solo quello che per legge doveva fare. La sospensione dall’esercizio della professione si divide in due fasi. Quella cautelare non può andare oltre un anno in attesa di una revoca. Se scadono i termini e non ci sono nuovi elementi per tenere la sospensione, quest’ultima automaticamente viene revocata. E gli elementi vengono valutati sulla scorta delle condanne, in questo caso solo quelle di primo grado. E poi c’è quella definitiva, dove si arriva alla radiazione che è strettamente legata alla sentenza dei tre gradi di giudizio. Santonastaso ha impugnato la sentenza di primo grado e fin quando non ci sarà l’Appello tecnicamente non può essere radiato. Oppure può essere radiato, ma se poi in Appello e al terzo grado di giudizio viene assolto decade automaticamente anche la radiazione”. Santonastaso è stato condannato nel 2014 a 11 anni per associazione di stampo mafioso, ritenuto legato al gruppo del boss Francesco Bidognetti. Tortorano ribadisce che la decisione non dipende da una loro decisione, ma di “una prassi; trascorso un anno dall’arrivo nei nostri uffici delle sospensioni dai vari Ordini e non c’è pronuncia, automaticamente la sospensione viene revocata. Ma non solo. La disciplina è legata anche all’impugnazione delle sentenze e ai tre gradi di giudizio. La pratica di Santonastaso ora è nelle mani di un nuovo istruttore del consiglio di disciplina che dovrà valutarne gli elementi in base alle condanne.

Il consiglio di disciplina ha in esame attualmente circa 1.850 casi e ha costituito oltre 500 sezioni. Tra le pratiche, quella relativa a Nicola Cosentino, anche lui avvocato. “E’ ovvio che sono tante e spesso non lavoriamo in condizioni adeguate – dice il presidente – ma il problema non è nemmeno questo, il problema è che noi abbiamo un sistema giudiziario che ha determinate cautele e non facciamo altro che rispettare le leggi. Santonastaso non è stato riabilitato. Capisco che ci troviamo di fronte a una materia complessa da capire, ma gridare al lupo al lupo senza sapere quali sono le regole e le leggi che si devono rispettare mi sembra eccessivo”.

“La camorra ha vinto, definitivamente. L’ avvocato dei boss casalesi, condannato ad 11 anni per aver portato ordini di morte del clan Bidognetti, per aver minacciato in aula durante il processo Spartacus me e altre tre persone”, ha scritto oggi Saviano sulla sua pagina Facebook, sollevando il caso.

Redazione Cronache della Campania
Contenuti Sponsorizzati