Voto di scambio: Calabria sotto accusa

“Qualsiasi cosa tu devi fare io te la posso garantire”. A Longobucco, nel Cosentino, un voto vale 25 euro, il prezzo del blocchetto dei buoni per la mensa scolastica del figlio di una ragazza madre che ha presentato un esposto alla Procura di Castrovillari accusando di voto di scambio Mario Federico, il fratello di Davide Federico, assessore […]

Articolo precedenteTrump: altri coinvolti nel Russiagate
Articolo successivoTorre del Greco, caccia alla baby gang che ha accoltellato il tatuatore