Il patron della JuveCaserta Raffaele Iavazzi ha espresso tutto il proprio disappunto relativamente la bocciatura del ricorso riguardo l’estromissione di Caserta dalla serie A

<<Noi fatti fuori dal sistema. Per quanto mi riguarda, il Com.Tec. ha utilizzato due pesi e due misure nello giudicarci. Continuerò nella mia opera per quanto riguarda il settore giovanile. Per quel che riguarda invece il codice fip della squadra, dato che di fatto non siamo falliti, chiunque sia interessato ad iscrivere la squadra a partire dalla prima lega disponibile (serie D ndr) venga qui e mi dia garanzie sportive. Perchè non ho voluto fare la A2? Come ho già ridabito più volte in passato, è una scelta personale. La A2 non la voglio fare. Se ho iscritto la squadra in A è soltanto perchè mi è stato assicurato che il 71% delle quote societarie sarebbero state pagate dal territorio, altrimenti la squadra non l’avrei nemmeno iscritta. Ho dato tanto a questa città ed a questo sport in quattro anni ma le risposte che ho ricevuto dalla città di Caserta sono state inadeguate. Faremo ricorso al TAR per dimostrare che avevamo ragione.
Per quanto riguarda la gestione futura del PalaMaggiò si tratterà di una valutazione aziendale che prenderò con calma e al momento opportuno>>.
(Miccio/onlinemagazine.it)

Renato Pagano