Caserta: la polizia scopre una piantagione di marijuana “legale”

A prima vista sembrava una maxi-piantagione di marijuana, con oltre 10 mila piantine per un ettaro di estensione, tanto da provocare l’intervento massiccio della Polizia. Giunti sul posto pero’, gli agenti hanno scoperto che si trattava di una piantagione regolarmente autorizzata, fatta a scopi commerciali. E’ accaduto a San Marco Evangelista, nel Casertano. Sono stati i militari impegnati nell’operazione “Strade Sicure” a notare due persone di origine maghrebina allontanarsi di corsa dalla zona vicino ad una distesa di piante sospetta. Poco dopo sul posto sono i poliziotti del Commissariato di Maddaloni, guidati da Luigi Schettino, che hanno trovato le piantine di marijuana. L’ affittuario del fondo e’ accorso ed ha mostrato agli agenti una autorizzazione a coltivare cannabis del tipo “sativa”, e cio’ sulla base della legge regionale 5, approvata ad inizio 2017. La normativa prevede infatti la possibilita’ di coltivare cannabis per scopi commerciali senza alcuna autorizzazione; basta solo possedere la certificazione che i semi siano di specie “sativa”, che presenta un basso contenuto di thc, il principio attivo presente in percentuali superiori nella cannabis di tipo “indica”, usata come stupefacente. Chiarito l’equivoco, i poliziotti se ne sono andati, ma gli accertamenti proseguono per verificare eventuali irregolarita’ amministrative. 

Contenuti Sponsorizzati