Coppia gay rifiutata a Vibo Valentia, l’assessore di Napoli: “Solidarietà ai protagonisti”

“Sembra assurdo, eppure è accaduto di nuovo. Nel 2017 una coppia di ragazzi in cerca di una meta per le loro ferie, si sono visti negati l’accesso in una casa vacanza in Calabria, a Vibo Valentia, dove il proprietario ritiene legittimamente di poter vietare l’ingresso a persone omosessuali e animali”. Ad affermarlo in una nota la delegata alle pari opportunità del Comune di Napoli Simona Marino. “Anche in questo caso, dietro un’assurda idea di decoro e rispettabilità, si tentano di celare le più mefitiche ipocrisie e l’odio più recondito e atavico che l’essere umano possa coltivare: l’odio verso il diverso, per tutto ciò che è altro dal sè, esercitato in maniera ottusa e spietata – aggiunge Marino – . Auspichiamo che episodi del genere non accadano più, anche perchè offuscano il senso di umanità e di ospitalità di una terra meravigliosa come la Calabria, ed esprimiamo la piena solidarietà ai protagonsiti della vicenda nonchè apprezzamento per la cancellazione dell’account, decisa dalla piattaforma di prenotazione dove veniva pubblicizzata la casa vacanza”, conclude Marino.