Pimonte dice addio a Gennaro, “Il Gigante Buono”: sulla bara le maglie del Napoli. IL VIDEO

  Dolore e stridore di denti al funerale di Gennaro Somma il 16enne di Pimonte tragicamente scomparso la scorsa notte. Nella chiesa di San Sebastiano alle Franche, parenti, gli amici e la comunità dei Monti Lattari hanno dato l’ultimo saluto al ragazzo che lascia un vuoto incolmabile. Alla celebrazione esequiale ha preso parte praticamente tutto il paese compreso le istituzioni ai cittadini.Erano più di cinquecento , la chiesa stracolma con sedie anche all’esterno per far accomodare i più anziani visto la ressa il caldo che ha accompagnato la cerimonia.La celebrazione è stata presieduta dal parroco Don Vincenzo Donnarumma che ha ringraziato tutti i presenti, l’omelia è stata affidata al Diacono Maurizio Longobardi che ha ricordato Gennaro, definendolo gigante buono. Applausi hanno accompagnato l’uscita della bara sulla quale era state messe le magliette del Napoli, squadra della quale Gennaro era un gran tifoso.

Intanto l’autopsia svolta in mattinata dal dottor Sergio Infante aveva stabilito che e’ stato un aneurisma la causa della morte. Probabile che vi fosse forse una lieve malformazione aortica. Gli esiti dell’esame autoptico saranno consegnati al sostituto procuratore Andreana Ambrosino della Procura di Torre Annunziata che indaga sul caso. Non ci sono indagati al momento ma il pm valuterebbe la posizione di 2 medici e 4 infermieri. La priorita’ dell’indagine e’ capire se sulle condizioni del 16enne abbia pesato la dieta prescritta da una nutrizionista della zona, che gli aveva fatto perdere 30 chili in pochi mesi. Recentemente il ragazzo aveva anche subito un malore, con tanto di ricovero al pronto soccorso e non ultimo il vaccino anti meningite somministrato poche ore prima della morte. Tutte ipotesi su cui far luce.