È stata riaperta al traffico la strada provinciale 140, via di accesso al cono del Vesuvio, chiusa dal 15 luglio per ragioni di sicurezza a causa del devastante incendio che ha colpito l’intera area. Allo stato, rende noto la Città Metropolitana di Napoli, gli otto km lungo i quali si snoda la strada possono essere percorsi da motoveicoli, auto e minivan fino a nove posti. Ciò ha consentito anche la riapertura dell’area del cratere, raggiungibile da cittadini e turisti dall’avamposto dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio situato a quota mille, finora anch’esso chiuso. L’intervento di messa in sicurezza – coordinato dai tecnici del servizio di sorveglianza stradale della Città Metropolitana ed effettuato dalle maestranze dell’Ar.Me.Na., società in house dell’Ente di piazza Matteotti – è stato disposto immediatamente dopo lo spegnimento delle fiamme per giungere alla riapertura nei tempi più rapidi possibili e ha previsto la rimozione delle alberature danneggiate e pericolanti, la pulizia della sede stradale, la bonifica dei 5 metri prospicienti la strada su entrambi i lati, la messa in sicurezza dei costoni e la delimitazione della carreggiata con barriere provvisorie New Jersey, l’apposizione di impianti semaforici in due punti per la necessità di creare un sistema di senso unico alternato.

 Per la riapertura totale dell’arteria anche ai mezzi pesanti occorrerà attendere la messa in sicurezza di un ultimo costone, da effettuarsi ad opera del Comune di Ercolano. Ripristinata la viabilità, i tecnici della Città Metropolitana continueranno a lavorare per il completamento dei lavori di bonifica che prevedono, tra l’altro, il reintegro della staccionata e delle reti di protezione lungo tutto il percorso. Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, per la riapertura avvenuta addirittura in anticipo rispetto ai tempi previsti, e dal Consigliere Metropolitano Delegato al Parco del Vesuvio, Michele Maddaloni, che domani incontrerà i rappresentanti dell’Ente Parco, dei Forestali dei Carabinieri, della Facoltà di Agraria e dell’UTB di Caserta per ripristinare la completa viabilità anche sul versante di via Cifelli, tra Boscoreale e Boscotrecase “Come annunciato – ha affermato Maddaloni – la Città Metropolitana si è subito attivata per garantire la riapertura delle strade di accesso. Il Vesuvio deve ripartire immediatamente, deve riprendere la sua funzione di volano per lo sviluppo economico dell’intera area. Voglio ringraziare, per questo, la struttura amministrativa della Città Metropolitana, in particolare i dirigenti Giuseppe de Angelis, Giancarlo Sarno e Maria Teresa Celano, per la totale dedizione che ha consentito questa brillante sinergia tra il Sindaco de Magistris ed il Sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, oltre che le Forze dell’Ordine ed i nostri Forestali per i loro interventi”.

Redazione Cronache della Campania