Sarri: “Scudetto? Daremo il massimo per essere protagonisti”

“Io so che c’e’ bisogno di mentalita’ ed umilita’ per ambire a certi traguardi. La squadra si e’ espressa benissimo nella seconda parte della scorsa stagione, ma non e’ scontato che si ripeta, perche’ nel calcio ci sono tanti aspetti che si rinnovano e possono mutare. E poi i numeri dicono che siamo arrivati terzi lo scorso anno”. Maurizio Sarri risponde cosi’ all’ennesima domanda sulle ambizioni e sulle possibilita’ scudetto del suo Napoli. Per gli addetti ai lavori la squadra azzurra e’ una delle forti candidate, ci credono tantissimo i tifosi e anche molti calciatori hanno apertamente parlato di titolo. Lui, il tecnico, ci va cauto. “Di certo noi stiamo lavorando bene, ma non abbiamo altra garanzia che dare il massimo per cercare di essere protagonisti – ha spiegato in conferenza stampa dal ritiro di Dimaro -. Sara’ un campionato ancor piu’ competitivo ed equilibrato e bisognera’ avere la testa giusta oltre che la condizione fisica per arrivare fino in fondo. Le squadre si stanno rinforzando e noi dovremo proseguire a crescere seguendo le nostre caratteristiche. Il nostro desiderio e’ quello di regalare gioie al popolo napoletano che ci sta davvero seguendo con tantissima passione e affetto”. Fin qui Sarri e’ soddisfatto anche del lavoro dei suoi giocatori. “Abbiamo svolto un ritiro intenso e impegnativo, sono soddisfatto dell’atteggiamento che hanno avuto i ragazzi. Ho visto tanta concentrazione e applicazione da parte del gruppo e il fatto di aver potuto lavorare con l’intera rosa sin da subito e’ un aspetto positivo”.

“Sono molto soddisfatto anche per il grande entusiasmo che ci hanno trasmesso i tifosi. Siamo un po’ affaticati dopo due settimane cosi’ dure, pero’ c’e’ in noi la fiducia e la certezza di aver fatto le cose giuste”, ha spiegato Sarri che torna anche sull’amichevole di ieri contro il Chievo. “La partita di ieri fa relativamente testo perche’ venivamo da tanti carichi di lavoro. Sappiamo che contro di noi molte squadre si chiudono e sappiamo benissimo in cosa dobbiamo migliorare per crescere. Abbiamo subito gol per una distrazione e questo e’ un problema che ci portiamo dietro da tempo – sottolinea l’allenatore toscano -. Ieri certamente non eravamo brillanti, a causa del lavoro pregresso, ma e’ anche vero che bisogna assolutamente limare questi errori che ci hanno condizionato anche in passato”. Si avvicina il preliminare di Champions League, un impegno fondamentale. “Dobbiamo fare di tutto per passare il turno, questo lo sappiamo perche’ la Champions e’ un nostro obiettivo. E sappiamo anche che sara’ difficile considerati i precendenti delle italiane con il preliminare. Pero’ non dobbiamo neppure caricare troppo l’attesa. Cercheremo di arrivare pronti alla sfida e poi vedremo cosa dira’ il campo”. E’ un Napoli che fa ben sperare e che ha ancora margini di miglioramento. “Non so ancora quanto possa crescere la squadra, ma certamente stiamo curando anche sui minimi particolari per dar fondo a tutte le nostre potenzialità. Rispetto all’anno scorso – ha proseguito Sarri – avremo l’apporto di Milk che e’ rientrato dall’infortunio, sta bene e potra’ dimostrare il suo valore. Mi aspetto tanto anche da Maksimovic che dopo un periodo di ambientamento con le dinamiche della difesa a 3, puo’ essere un uomo importante per noi”. Ieri il gol del pareggio con il Chievo lo ha realizzato Ounas, uno dei nuovi arrivi, un talento che promette bene. “Ha qualita’ e prospettive per esprimersi ad alti livelli, ma ha bisogno di tempo, e’ giovane e non va sovraccaricato di aspettative”, taglia corto Sarri. 

 /foto tratta da sscnapoli.it)

Articolo precedenteLe follie del calciomercato: Psg su Neymar, Barcellona su Dybala e United su Verratti. TUTTE LE TRATTATIVE
Articolo successivoDue ragazzi napoletani rifiutati dalla casa vacanze in Calabria: “No gay e animali”