Mattia Stanga con la fidanzata, Alba Baroni, in una foto tratta dal profilo Facebook del giovane. 31 luglio 2017. +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++

A Tenno, in Trentino, i carabinieri hanno trovato una coppia di giovani morti all’interno di un’abitazione, lui di 24 anni, lei di 22. In casa sarebbe stata trovata anche la pistola. Ad allertare i militari sono stati i vicini di casa, che avevano sentito i colpi di arma da fuoco provenienti dall’abitazione. L’ipotesi al momento più accreditata dagli investigatori è quella dell’omicidio-suicidio: sarebbe stato il giovane a sparare alla fidanzata, per poi togliersi la vita. Indagano i carabinieri della compagnia di Riva del Garda.

I due erano fidanzati da sei anni e – secondo quanto appurato dai carabinieri, i due avrebbero avuto qualche diverbio negli ultimi giorni. Si tratta di Mattia Stanga, 24 anni, e di Alba Chiara Baroni, 22 anni, una coppia nota in paese e che, secondo quanto appurato dai carabinieri, avrebbe avuto qualche diverbio negli ultimi giorni. Discussioni note anche ai familiari, che però non avevano ipotizzato un simile epilogo. L’abitazione, di proprietà del giovane, si trova nella parte bassa di Tenno, la zona residenziale.

L’episodio è avvenuto poco dopo le 14 e alle 14.30 dei vicini hanno chiamato i carabinieri. La conferma giunge dai rilievi effettuati sul posto dai militari della compagnia di Riva del Garda, comandati dal capitano Marcello Capodiferro, e dai colleghi del nucleo investigativo provinciale, guidati dal capitano Andrea Oxilia. “I ragazzi sono stati trovati nel bagno al piano superiore della casa – hanno spiegato – e l’arma risulta del giovane. Una pistola per uso civile, sportivo. La dinamica appare chiara”. Sarebbe stato quindi lui a sparare, prima alla fidanzata, poi a sé stesso.

Redazione Cronache della Campania
Contenuti Sponsorizzati