Abusivismo, il Codacons contro il sindaco di Castellabate

“La risposta del sindaco di Castellabate, che ha parlato di “pubblica utilità” in relazione a un parcheggio da realizzare a pochi metri da una delle spiagge più belle del Mediterraneo, è incredibile e surreale. Verrebbe da ridere, se non ci fosse da piangere. Il Sindaco di Castellabate si fa beffe del Codacons e dei cittadini sostenendo che il parcheggio sulla spiaggia agevola la circolazione e in qualche modo favorisce l’interesse pubblico. Per l’Associazione, è opportuno che il ministro degli Interni valuti se sia il caso di commissariare questo sindaco che antepone l’uso dell’automobile per raggiungere una delle più belle spiagge del mondo alla tutela dell’ambiente, degli alberi, del bosco, dell’area demaniale e di tutti gli elementi che compongono questo meraviglioso angolo di Campania. In presenza di opinioni del genere, non stupisce che lo stesso sindaco ancora non sia riuscito a bloccare quella che si configura come un’orrenda speculazione edilizia: forse, semplicemente, non vuole farlo. Questo spiegherebbe perchè l’Associazione abbia dovuto, ogni volta, segnalare ai vigili urbani l’accaduto e richiederne l’intervento per interrompere i lavori (sequestrare la scaletta, bloccare l’accesso delle macchine, ecc.). Non resta che aspettare la giusta valutazione della Procura della Repubblica, cui la situazione in oggetto è stata segnalata, riguardo questo comportamento abnorme del sindaco. Comportamento che, naturalmente, sarà premura del Codacons riportare integralmente alla magistratura. In attesa di ulteriori sviluppi, l’Associazione candida il sindaco di Castellabate al premio “Attila 2017″, riservato ai flagelli dell’ambiente e degli spazi pubblici: sul sito www.codacons.it è visibile l’elenco dei candidati in lizza per il premio”. Cosi una nota di Codacons. 

Redazione Cronache della Campania