Con il gol segnato al Verona, nel match valido per il terzo turno eliminatorio di Coppa Italia, Luigi Castaldo, il calciatore di Giugliano, diventa il calciatore piu’ prolifico nella storia dell’Avellino con 57 reti segnate (52 in campionato e 5 nelle Coppe). Staccato Raffaele Biancolino (56). 

La gara. Il Verona batte l’Avellino, si guadagna il 4° turno eliminatorio di Coppa Italia e raccoglie la sfida lanciata ieri dal Chievo (2-1 all’Ascoli). A fine novembre sara’ derby tra le due veronesi, ma anche per l’Hellas, cosi’ come per la squadra di Maran, non e’ stato facile piegare un’avversaria di categoria inferiore (serie B), ma che ha giocato alla pari dei gialloblu’ di Pecchia. Al Bentegodi il Verona si e’ imposto 3-1 grazie alla doppietta di Verdi e alla rete di Bruno Zuculini. Castaldo (57esimo in biancoverde, nuovo record), sul 2-0, aveva riaperto le speranze degli irpini di Novellino, comunque bravi a lottare e a crederci fino all’ultimo. Irpini subiti pericolosi con Bidaoui (bravo Nicolas) e Castaldo (salva Caceres), ma con il passar del tempo crescono i padroni di casa e Valoti, al 22°, si vede respingere la conclusione sulla linea di porta da un difensore. Ci prova anche Cerci, ma senza successo poi, al 34°, Verdi sblocca il risultato al termine di una bella azione personale. Al 38′ arriva il raddoppio, ancora con Verdi (un ex) che chiude in rete il contropiede di Cerci. Prima dell’intervallo Molina impegna Nicolas in angolo. Nella ripresa l’Avellino riapre presto la partita con il gol (al 4°) di Castaldo che ruba palla a Caceres e batte Nicolas. Al 12° il duello si ripete, ma questa volta il portiere del Verona si supera sul colpo di testa dell’attaccante irpino. Ci provano anche Ardemagni e Asencio, ma e’ il Verona a trovare il 3-1, all’87°, con Bruno Zuculini. Hellas al quarto turno, Avellino fuori. 

Redazione Cronache della Campania
Contenuti Sponsorizzati