Fermato l’aggressore dell’attore-regista napoletano: è un brasiliano. Stava scappando in Molise

È stato arrestato l’uomo che ha accoltellato Roberto Azzurro, l’attore e regista napoletano ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Rummo di Benevento. Si tratta di un 37enne di un artigiano di 37 anni, residente a Benevento ma originario del Brasile e che convive con una donna sannita. L’uomo e’ stato sottoposto a fermo con le accuse di tentato omicidio, sequestro di persona e rapina nei confronti di Roberto Azzurro, attore e regista teatrale, ferito gravemente nei pressi dello svincolo per Paupisi sulla SS 372. L’arresto dell’aggressore e’ stato effettuato al termine delle indagini operate in collaborazione tra i carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Bevenento, oltre che della Polstrada di Campobasso che ha bloccato l’uomo a bordo dell’auto della vittima in Molise. L’aggressore, celibe, vive a Benevento con una compagna. Sulle cause dell’aggressione gli inquirenti mantengono il piu’ stretto riserbo, anche se col passare delle ore avanza l’ipotesi della pista passionale. Non è ancora stata ancora ritrovata l’arma utilizzta nell’aggressione. Sono intanto in miglioramento le condizioni dell’attore e regista teatrale di 53 anni. Le ferite sono state suturate in un lungo intervento chirurgico. 

Redazione Cronache della Campania